Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
Le opportunità etiche
I Geometri tendono la mano ai giovani imprenditori agricoli e ISMEA - l’istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare - propone loro le misure economiche che incentivano il ricambio generazionale, favoriscono lo slancio all’internazionalizzazione delle imprese e la spinta all’impiego di soluzioni tecnologicamente avanzate
 


a cura della Commissione Agricoltura CNGeGL 

Creare sviluppo incrociando alla perfezione le finalità istituzionali. E’ il risultato raggiunto dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati che ha siglato un protocollo di intesa con ISMEA, l’istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare. La scelta oculata di due enti pubblici che hanno deciso di fare sistema, mettendo a fattor comune il compito di valorizzare una specifica competenza del Geometra da parte del primo, e da parte del secondo, la funzione di agevolare la competitività del settore, favorendo l’accesso al credito delle realtà connesse. Entrambi diventano così un punto di riferimento nel quadro generale del comparto, in cui il nostro Paese continua a essere un esponente di primo piano a livello europeo e internazionale.


L’iniziativa apre ora le porte a uno scenario organizzativo che vedrà come protagonisti gli iscritti ai Collegi provinciali dei Geometri e Geometri Laureati per la diffusione delle ‘buone prassi’ nel mondo agricolo e per l’attuazione delle politiche di sostegno comunitarie, nazionali e regionali riservate agli attori dell’agricoltura. Una fase preliminarmente coordinata dalla cabina di regia del Consiglio Nazionale che, in collaborazione con ISMEA, ha già calendarizzato alcune sessioni informative e formative. Nel corso dei seminari i Geometri potranno conoscere in modo approfondito le agevolazioni concedibili agli addetti ai lavori: le imprese agricole e le forme associative da queste costituite. 


Farà seguito il momento operativo in cui i Geometri potranno intraprendere le opportunità professionali legate alla cooperazione promossa dal Consiglio Nazionale con ISMEA. Solo per fare alcuni esempi, possono spaziare dall’acquisizione di incarichi dalle organizzazioni produttive coinvolte dall’incentivazione pubblica, alle consulenze per la elaborazione di studi di fattibilità, dalla realizzazione di servizi correlati alla progettazione, alla definizione del computo metrico estimativo delle spese da sostenere per la realizzazione delle strutture; dalla stesura di una relazione tecnica esplicativa del progetto oltre agli aggiornamenti sullo stato dell’avanzamento lavori; alla formulazione e la sussistenza dei requisiti necessari alla domanda stessa di ammissione. Nell’ambito di queste consulenze, il Geometra potrà inoltre ricoprire un ruolo a lui ‘familiare’: essere l’interlocutore degli enti pubblici e delle imprese agricole, rappresentando la figura tecnica di congiunzione fra le due realtà.

Valorizzare l’ottica di servizio

Nel compito di affiancamento il Geometra offrirà il supporto tecnico per la richiesta di queste importanti linee di credito, relazionandosi costantemente con le amministrazioni locali e gli enti pubblici di riferimento per gli adempimenti necessari al perfezionamento delle procedure di sostegno. Un ulteriore aspetto che questa iniziativa pone nuovamente al centro dell’attenzione, consentendo alla Categoria di svolgere un ruolo di rilievo nel processo produttivo dell’agricoltura, che riguarda l’ottica di servizio con cui il Geometra attua il principio della sussidiarietà orizzontale (art. 18 della Costituzione), coniugando la sinergia fra pubblico e privato e assumendo la delega per i servizi che le amministrazioni locali non riescono a garantire alle realtà imprenditoriali. 


Nel rendere la sua consulenza, pertanto, il tecnico si occuperà di verificare che nei terreni oggetto dell’incentivo pubblico non insistano fabbricati, pozzi o invasi non in regola dal punto di vista normativo; di effettuare un sopralluogo per accertare la consistenza e regolarità del fondo rispetto alla relazione asseverata; di aggiornare le planimetrie dello stato di fatto e di progetto. Sono queste solo alcune delle esemplificazioni che spiegano appieno il concetto precedente.

Individua la misura giusta
Le misure nel paniere sono molteplici, alcune già operative e altre successive all’emissione dei prossimi bandi: una caratteristica di questo settore che aggiorna regolarmente la pubblicazione dei sussidi disponibili. 


Fra i servizi in primo piano che ISMEA propone emergono alcune soluzioni: 
• il primo insediamento giovani, teso a favorire il ricambio generazionale con l’acquisto di fondi agricoli (fino a 2 milioni a disposizione e un pagamento rateale da parte dei giovani che si insediano per la prima volta in agricoltura);

• l’autoimprenditorialità, volta a promuovere l’ingresso dei giovani nelle imprese agricole esistenti e lo sviluppo delle imprese neo costituite (fino a 1,5 milioni per finanziare e investire nelle produzioni agricola, nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, nella diversificazione del reddito agricolo);

• la Banca delle Terre Agricole, una piattaforma tecnologica che rappresenta il punto di incontro fra la domanda e l’offerta delle proprietà fondiarie dell’istituto.
Gli elementi che qualificano ulteriormente questo regime di aiuti è la convenienza delle agevolazioni e dei massimali, che si rivela particolarmente interessante nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Solo qui è prevista la concessione dei contributi a fondo perduto, che raggiunge un valore fino al 35% della spesa ammissibile, a cui si aggiunge l’erogazione di mutui a un tasso pari a zero.

La ragione in più
Nel corso del lockdown le vendite al dettaglio dei prodotti alimentari hanno totalizzato un aumento a due cifre, con un incremento ulteriore nel secondo mese rispetto al primo. Tale andamento non ha purtroppo registrato alcuna analogia nel mondo agricolo. Tutt’altro, la contrazione è stata significativa e ha portato a un vero e proprio crollo delle produzioni, a cui si è aggiunto un clima di sfiducia generalizzato.


Intervenire con soluzioni efficaci sui giovani e contare sul supporto qualificato dei Geometri è la strada migliore da percorrere per sostenere un’eccellenza del nostro Paese. Il Geometra avrà un ruolo chiave al fianco dell’imprenditore agricolo e il sodalizio porterà indubbiamente a una crescita reciproca. Non è tutto: i beneficiari a cui sono riservati i sostegni appartengono alla fascia di età che parte dai 18 e arriva ai 41 anni. 


E’ probabile che si avvieranno consulenze che affiancano l’uno all’altro due giovani professionisti, il primo nel campo dell’agricoltura e il secondo della consulenza tecnica, oppure che uniscano un senior a uno junior per esaminare l’incentivo migliore per il modello di impresa da finanziare. Una cosa è certa, il cammino che faranno insieme avrà un sapore ‘buono’.


QUI per il protocollo CNGeGL – ISMEA

Nella sezione news del sito CNG.IT sono inoltre pubblicate due news di approfondimento, la prima in data 29/5 e la seconda in data 4/6.