Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
Il welfare dei Giovani Geometri

Nel corso del suo intervento durante il primo appuntamento di “#Geofactory, il laboratorio di idee under 35”, il Presidente della Cassa Geometri Diego Buono ha reso una ampia panoramica sulle opportunità e i servizi che l’ente di previdenza della Categoria mette a disposizione degli iscritti. Un’esposizione che ha incluso anche il dettaglio dei nuovi progetti di interesse per il target in sala. Non sono mancate le anticipazioni circa le nuove ipotesi attualmente in fase avanzata di studio, che hanno suscitato l’entusiasmo della platea 

Dopo una puntuale illustrazione che ha offerto ai partecipanti una visione ampia e accurata del sistema previdenziale e assistenziale di Categoria, il Presidente della Cassa Geometri Diego Buono è entrato nel dettaglio dei servizi e delle iniziative che riguardano i giovani. 

Fra i primi, ha ricordato - da parte di Fondazione Geometri Italiani - i vantaggi dell’assicurazione professionale riservata ai neo iscritti durante il primo anno di attività e la casella postale PEC gratuita; si aggiungono, la possibilità di ricevere - quale forma di sostegno alla formazione obbligatoria - un contributo pari al 50% del costo del corso di aggiornamento scelto, la carta di credito totalmente gratuita (senza costi di emissione e gestione), che viene attivata sul conto corrente già in possesso dell’iscritto, le convenzioni che favoriscono l’accesso a una forma credito agevolato, sia per l’acquisto di strumentazioni professionali, sia per l’avviamento di uno studio professionale. Opportunità che possono essere ulteriormente approfondite tramite il sito e gli uffici di Cassa Geometri. E’ stata poi la volta dell’annuncio di tre nuovi progetti per la Categoria.
 
Si tratta della possibilità di generare - con il primo - un passaggio professionale intergenerazionale fra un geometra over 60 e uno under 40. Al primo viene messo a disposizione un riconoscimento economico, una sorta di buona uscita, nel momento in cui affida il suo patrimonio di lavori in corso, back ground di esperienza tecnica, conoscenze e contatti al secondo che -acquisendo know how e un avviamento privilegiato al lavoro - potrà realizzarsi e posizionarsi con maggiore facilità sul mercato. Con un secondo provvedimento, invece, è allo studio una ipotesi che si basa sulla tecnica del tutoring. In questo caso, un geometra under 60 accoglie nel suo studio un collega con almeno 5 anni di attività. Affiancandolo in un percorso professionale che possa alla fine testimoniare l’incremento di reddito per il professionista con meno esperienza, al senior è data la possibilità di riscuotere degli incentivi che sostengono il suo impegno e il suo operato. In ultimo, il Presidente di Cassa Diego Buono ha parlato della terza progettualità in fase di definizione. Una proposta che prende spunto dagli studi e dalle ricerche commissionate nel corso degli ultimi anni a realtà qualificate dall’ente di previdenza di Categoria, analisi curate appositamente da cui è stato possibile desumere come l’aggregazione professionale sia sinonimo di una maggiore potenzialità di crescita nel contesto di riferimento. Anche in questo caso, la formula che si intende sviluppare prevede un sistema di incentivazioni, sostenendo così le collaborazioni stabili fra professionisti tecnici, che uniti possono prendere in considerazione opportunità che da soli non riuscirebbero a cogliere.

QUI l’intervento del Presidente della Cassa Geometri Diego Buono