Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
Basta escludere i liberi professionisti dai ristori
Ancora una volta i liberi professionisti sono stati esclusi dalle misure del Governo in favore delle categorie produttive, adottate nei decreti legge n. 137 del 28 ottobre 2020 e n. 149 del 9 novembre 2020, denominati “Ristori”


Parte da questa constatazione la lettera inviata dalla Rete Professioni Tecniche al Premier Giuseppe Conte, nella quale l’organismo manifesta il suo disappunto per il trattamento riservato ai professionisti italiani e, in particolare, a quelli tecnici.


La Rete Professioni Tecniche considera l’approccio del Governo alla questione sia del tutto iniquo, soprattutto se si considera che i liberi professionisti operano a supporto delle imprese e il rallentamento, quanto il blocco di intere filiere economiche, ha un impatto diretto sui loro redditi e volumi d’affari.

QUI il comunicato stampa RPT