Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok
Corriere della Sera: Il Geometra, una professione e una figura sempre attuali
Si tratta di professionisti in costante crescita. Oggi sono 107.668: +18,8% rispetto a 5 anni fa in cui si registravano circa 90mila iscritti. 


Nonostante la crisi, il numero dei geometri è in costante crescita e il merito va ricercato nella duttilità di questo ruolo tecnico. Per il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli “Sappiamo farci trovare sempre pronti: quando viene emessa una nuova norma, siamo pronti a interpretarla”. Come la riforma del 2014 che ridisegna la responsabilità dell’amministratore di condominio: oggi almeno 40mila di loro sono geometri e, per il numero uno della categoria, a breve si possono intravedere almeno 10mila occasioni di lavoro aggiuntive per i colleghi. 

“Siamo in rapporto quotidiano con i cittadini. Catasto, monitoraggio dell’ambiente, strade interpoderali, piccole infrastrutture, tutto passa da noi. E i Tribunali si rivolgono a miei colleghi come consulenti”, è quanto dichiara a sostegno Fausto Amadasi, Presidente CIPAG, che nei numeri a “sua” disposizione trova la conferma di quanto asserito dal Corriere della Sera. La categoria si compone per lo più di professionisti di genere maschile (le donne sono sotto il 10%), anche se tra gli studentesse si arriva al 16%. La quasi totalità opera con partita iva. Per quanto attiene alle fasce di età: il 10,1% ha meno di 30anni, il 24,4% tra i 30 e i 39, il 26,3% tra i 40 e i 49, il 21,8% tra i 50 e i 59, il 12,6% tra i 60 e i 69 anni e il 4,8% è costituito da geometri over 70: tutti dati in crescita. 

Fortunatamente, anche le barriere economiche di accesso alla professione si sono abbassate. Bastano 10mila euro per aprire uno studio e le complesse e costose strumentazioni elettro-ottiche di una volta, hanno lasciato il posto ad un laser che costa 10 volte di meno: 1.500 euro. All’ultimo esame di abilitazione gli iscritti erano circa 6.500. 

QUI per approfondire