Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
I geometri di Verona in sostegno alla PA cittadina
Dopo la notoria capacità del Geometra di risolvere i problemi dei cittadini, prende sempre più forma lo spirito di servizio che caratterizza la sua relazione professionale con gli enti pubblici. Un modus operandi che si suggella ancor più con il protocollo d'intesa siglato in questi giorni fra il Comune e il Collegio dei Geometri di Verona 


“La nostra proposta vuole essere un esempio concreto per ovviare a un gap digitale: l’accesso telematico agli atti tecnici delle pratiche edilizie dell'archivio comunale. Per questa ragione - spiega il presidente del Collegio dei Geometri di Verona Fiorenzo Furlani – abbiamo formato una squadra composta da 40 geometri che si alterneranno presso gli uffici comunali, nell’arco di un anno a partire dal prossimo 2 febbraio, per scansionare e inserire nel sistema pubblico i documenti edilizi in formato elettronico”.


In sintesi, è questo l’accordo raggiunto per fare fronte alle crescenti esigenze della collettività: abbattere i tempi di attesa per l’accesso agli atti tecnici, diluiti dalle numerose richieste derivanti dalle recenti opportunità fiscali e, al tempo stesso, osservare negli uffici comunali le misure di sicurezza imposte ai dipendenti e al pubblico.

“In un momento così complesso – ha affermato l’assessore all’edilizia privata del comune di Verona Andrea Bassi – il sostegno dei Geometri è un esempio di grande professionalità e senso civico. Questa scelta favorisce le altre azioni che, come amministrazione, metteremo in campo per risolvere in modo strutturale la situazione”.


Gli aspetti legati al ruolo sociale del Geometra e al suo sapersi porre al fianco della PA e edlla collettività erano stati ampiamente approfonditi da parte del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati che, in occasione dell’ultima Assemblea dei Presidenti, aveva elaborato concetti e messo a disposizione utili informazioni, completate da uno schema di convenzione. Uno stimolo deciso nella direzione della risoluzione dei problemi che si possono riscontrare oggi più di eri negli enti locali per gli accessi agli atti e nell’orientare un impegno della categoria alla collaborazione. 


QUI per approfondire