Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
Lavorare con i Comuni: sono iniziati gli incontri programmati in tutta Italia
Si sono svolti presso i Collegi Provinciali dei Geometri e Geometri Laureati di Milano e Vicenza i primi due appuntamenti del ciclo di incontri formativi denominato “Convenzioni e fondo rotativo: gli strumenti per lavorare con i Comuni”. Entrambe le date sono state presenziate dai rispettivi referenti territoriali: per il primo, il Presidente Cristiano Cremoli e, per il secondo, il Presidente Alessia Zaupa. L’iniziativa e il relativo calendario erano stati presentati nel corso della edizione 2019 di “Valore Geometra”, dopo essere stati debitamente annunciati nella prima Assemblea dei Presidenti della nuova consiliatura. Al centro del progetto CNGeGL, la parola lavoro

Obiettivo delle sessioni formative che coinvolgeranno gli iscritti alla Categoria, grazie all’impegno dei 110 Collegi territoriali, è l’illustrazione del percorso formale e operativo da intraprendere per avviare una collaborazione con la PA, partendo dalla proposta di convenzione per giungere sino al pagamento della parcella professionale. Un’iniziativa istituzionale che muove dall’opportunità di individuare azioni che consentono ai Geometri liberi professionisti di esercitare il principio della sussidiarietà con gli enti pubblici e, al tempo stesso, di implementare le occasioni di lavoro che derivano da questa proposta. Gli ambiti di intervento, in particolare, sono due: il patrimonio immobiliare pubblico e il demanio marittimo. 

A tal proposito, il Consigliere nazionale CNGeGL Antonio Mario Acquaviva aveva recentemente presentato l'ipotesi operativa sia all’Assemblea dei Presidenti dello scorso 8 maggio (QUI la flash news), sia al convegno “Valore Geometra” dello scorso 19 giugno, la sua iniziativa itinerante per l’Italia (QUI l’intervento del Consigliere CNGeGL all’interno della sezione dedicata a “Valore Geometra”). In queste occasioni aveva spiegato come la sussidiarietà sia la leva fondamentale grazie alla quale il Geometra libero professionista può surrogare la Pubblica Amministrazione locale in servizi pubblici che non riesce più ad erogare alla cittadinanza, contribuendo in questo modo alla valorizzazione del patrimonio pubblico.

Si tratta di una iniziativa che vuole aprire nuovi scenari ai Geometri liberi professionisti e l’alta adesione che si è registrata nei primi due appuntamenti, rivela quanto siano alte le aspettative verso una proposta di questo tipo. Molte sono state in effetti le domande poste dai partecipanti per richiedere approfondimenti sui temi affrontati, come gli affidamenti soggetti alla soglia stabilita dal Codice degli Appalti e i chiarimenti generali in merito all’anticipazione e al Fondo Rotativo di 3 milioni di euro stanziato da Cassa Geometri, che anticipa il pagamento delle parcelle dei professionisti per conto dei Comuni momentaneamente privi delle risorse necessarie. 

Ogni evento formativo parte dalla descrizione analitica delle fasi di interlocuzione istituzionale tra il Collegio territoriale e il Comune, vengono poi illustrate le procedure interne al Collegio stesso e in carico al professionista, cui segue l’analisi della documentazione tecnico-amministrativa (QUI la presentazione adottata dal Consigliere CNGeGL Antonio Mario Acquaviva durante gli incontri). Conclude l’esposizione a cura del Geometra Savino Miranda, che si avvale di un video tutorial sullo SDI, il Sistema Informativo Demanio Marittimo (QUI il video tutorial).

Il prossimo appuntamento è a Torino il 18 settembre, seguiranno Bologna il 19 settembre e Napoli il 17 ottobre. In fase di definizione i successivi incontri.

QUI la galleria fotografica