Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
La Categoria partecipa a RemTech Expo 2022
Nell’ambito delle diverse iniziative, il 21 settembre, dalle ore 12 alle 15, si è svolta la sessione “Tecnologie Integrate di Rilievo per Applicazioni di Realtà Virtuale”. Per il Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, al dibattito sono stati invitati i consiglieri Pierpaolo Giovannini e Paolo Nicolosi, insieme al presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati di Latina Antonio D’Angelis



Una storica fortificazione eretta nel medioevo è stata ‘interpretata’ dalla realtà aumentata, grazie all’abilità di un geometra libero professionista. L’esito è stato un capovolgimento netto che, oltre alle tradizionali informazioni rese in digitale, quali forma, dimensioni e materiali architettonici, permette ora l’accesso a chiunque nel mondo voglia visitare il sito antico. 

In più, rispetto alla realtà virtuale che elabora l’ambiente in modalità tridimensionale, la realtà aumentata - di cui si avvale questo progetto – offre all’ospite la sensazione di trovarsi realmente in quello scenario e, con l’aggiunta di animazioni e contenuti digitali, di poter rivivere le attività che si svolgevano un tempo in quell’interno. Protagonisti di questa iniziativa: il castello baronale di Fondi, in provincia di Latina, nei pressi di Roma, e il presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati di Latina Antonio D’Angelis

Non è tutto, questo caso – studio è stato illustrato oggi a RemTech Expo 2022, unico Hub Tecnologico Ambientale, specializzato sui temi del risanamento, della rigenerazione e dello sviluppo sostenibile dei territori. Qui, nell’ambito di diverse iniziative, dalle ore 12 alle ore 15, si è tenuta la presentazione la sessione formativa “Tecnologie Integrate di Rilievo per Applicazioni di Realtà Virtuale”, a cui hanno preso parte i consiglieri CNGeGL Pierpaolo Giovannini e Paolo Nicolosi e lo stesso Antonio D’Angelis. 

Al primo, la cura dell’introduzione dei lavori; al secondo, insieme al dirigente di categoria e autore del rilievo, l’impegno di una relazione che ha messo in evidenza come un intervento di questo tipo si collochi fra le soluzioni più innovative e oggi possibili per affrontare uno sviluppo sostenibile del territorio. È chiaro che questa opportunità favorisce la conoscenza di una prestigiosa testimonianza della nostra cultura senza alcuna emissione (o quasi) di CO2, e amplia la platea dei fruitori a chi non ha la possibilità, economica o fisica, di raggiungere di persona la località dove si erge il maniero. Si tratta di risvolti di tipo sociale e ambientale, destinati ad avere nel tempo un notevole impatto.  

Una considerazione che viene confermata dalle parole del presidente Antonio D’Angelis: “Le nuove tecnologie stanno fortemente favorendo le rilevazioni topografiche, una delle primarie attività del geometra. Per continuare a rappresentare una figura tecnica professionale di riferimento in questo ambito, dobbiamo restare al passo con i tempi e saper impiegare droni, laser scanner e i relativi software, seguendo la direzione indicata dal progresso. La valorizzazione del castello baronale di Fondi è solo una delle tante opportunità che possiamo cogliere. Ricordiamo che nel nostro Paese risiede almeno il 70% del patrimonio artistico e culturale del mondo”.

Alla sua dichiarazione fa eco il consigliere Paolo Nicolosi: “Si tratta di un passaggio epocale per la nostra professione che, forte del proprio passato, si inserisce coerentemente e a pieno titolo nell’importantissima transizione digitale in atto. Da misuratore della terra, la nostra prima definizione per eccellenza, il geometra - con le nuove tecnologie - si appresta a divenire sempre più un misuratore dello spazio”.

A sottolineare l’importanza della geomatica, la disciplina che incornicia queste attività, ha contribuito il consigliere Pierpaolo Giovannini. Nella sua introduzione si è soffermato, in particolare, sulle opportunità che tale disciplina offre, e sulla necessità di informare e rendere edotti i giovani laureandi circa le occasioni che possono presentarsi loro in questo ambito. 

All'incontro era presente la presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Ferrara Paola Brunelli.

QUI la presentazione
QUI l’abstract
QUI la galleria fotografica 
QUI il programma