Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
La prima edizione virtuale di ECOtechGREEN
ECOtechGREEN è l’appuntamento organizzato da PAYSAGE – Promozione e Sviluppo per l’Architettura del Paesaggio e da FLORMART – Salone Internazionale del Florovivaismo, in programma dal 1 al 2 dicembre 2020, che porterà al centro del dibattito il ruolo resiliente delle città nella sfida globale climatica e ambientale. Fra gli altri, in rappresentanza dei Consigli e degli Ordini professionali, al Comitato tecnico-organizzatore partecipa il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli


Nella sua dodicesima edizione, ECOtechGREEN Active promuove la nuova formula “Active” + smart + interattivo + connesso + expo. In questo momento così complesso la crisi pandemica ha rivelato la fragilità dei tessuti urbani, in particolare nei centri cittadini, dove alla concentrazione di persone, traffico, attività, produzioni, si aggiunge l’inquinamento atmosferico, che è corrisposto alla massima e più letale concentrazione dei contagi. Si comincia a capire che il tributo da pagare alla forma urbana è molto alto ed è per questo che è diventato prioritario ricercare soluzioni capaci di rappresentare modelli resilienti e adattivi. L’evento, da tempo impegnato a promuovere progetti e ricerche nell’ambito dell’Architettura del Paesaggio, interpreta le più innovative forme di tecnologie verdi tese a promuovere NBS come forme di natura prossime all’architettura e progetti di “Archinatura”, dove l’elemento vegetale diventa un vero e proprio materiale costruttivo a favore di un’architettura fertilizzante e fertilizzata, per una nuova visione di città resiliente.
Il ruolo della natura si fa quindi nevralgico per la sopravvivenza e qui il verde tecnologico, non solo è inteso come soluzione pensile o verticale ma come processo capace di integrarsi nelle nuove forme del costruito, in grado di avviare un processo di vera e propria vegetalizzazione tecnologicamente avanzata, con l’obiettivo di mettere a disposizione conoscenze ed esperienze capaci di migliorare quella straordinaria integrazione tra natura e costruito, che segna un passo decisivo nello sviluppo dei nuovi insediamenti, siano essi residenziali o infrastrutturali. Una natura si prossima all’architettura ma non per questa meno efficace, come l’ampia gamma di NBS Nature Based Solution ci dimostrano.
Cuore dell’evento resta la sezione tecnico-progettuale con gli importanti temi intorno ai quali si sviluppa il Forum Internazionale: GREEN TECHNOLOGY: OVERVIEW; VERDE TECNOLOGICO E INFRASTRUTTURE VERDI; HI-TECH GREEN & VISUAL IDENTITY; HI-TECH CITY LANDSCAPE; VERDE TECNOLOGICO E RICETTIVITÀ; VERDE HI-TECH PER I PAESAGGI PRODUTTIVI E VITIVINICOLI.
Di particolare interesse quest’anno anche l’area EXPO, che porterà in rassegna in collaborazione con Padova Fiere la vasta gamma di innovazioni tecnologiche del settore nelle diverse categorie merceologiche: sistemi di verde pensile, sistemi di verde verticale, pavimentazioni ecocompatibili, sistemi di gestione dell’acqua, illuminazione intelligente, coperture, sistemi di parcheggio, aree ludiche, sistemi costruttivi, produzione vivaistica, forniture e quanto altro connesso ai componenti nella costruzione del paesaggio.
La partecipazione consente il rilascio di 3+2 CFP per gli iscritti ai Collegi dei Geometri e dei Geometri Laureati. Per le iscrizioni, clicca QUI.


QUI il programma