Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
La Rete Professioni Tecniche istituisce il “Cantiere Recovery”
Il gruppo di lavoro RPT è coordinato da Gianni Massa del Consiglio Nazionale Ingegneri e, fra gli altri, per il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati i componenti sono Antonio Mario Acquaviva, Paolo Biscaro e Pietro Lucchesi. L’insieme dei professionisti tecnici si occuperà di elaborare e presentare proposte 



Le riforme strutturali previste dal Next Generation EU (Pubblica Amministrazione, Giustizia, Fisco, Sanità, transizione digitale e transizione ecologica) dovranno guardare al ruolo sussidiario delle professioni del nostro Paese. Un assunto promosso dalla Rete Professioni Tecniche che ha istituito un gruppo di lavoro denominato “Cantiere Recovery”, con il compito di elaborare una serie di proposte operative nella direzione delle priorità individuate dalla UE, come l’uso delle tecnologie pulite e dell’efficientamento energetico degli edifici, diffusione della banda larga, digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, adeguamento del sistema formativo alle nuove competenze digitali. Su questi temi la Rete Professioni Tecniche avanzerà alcune proposte concrete.

Il gruppo di lavoro sarà coordinato da Gianni Massa (Consiglio Nazionale Ingegneri) e gli altri componenti sono: Antonio Mario Acquaviva, Paolo Biscaro e Pietro Lucchesi (Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati), Renato Presilla (Federazione Nazionale Ordini Chimici e Fisici), Stefano Colantoni (Consiglio Nazionale Periti Industriali e Periti Industriali Laureati), Marcella Cipriani e Gianluca Buemi (Consiglio Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali), Francesco Violo e Filippo Cappotto (Consiglio Nazionale Geologi).


QUI il comunicato stampa RPT