Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
La riforma della PA è imprescindibile per il Recovery Plan
Sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, approvato in Consiglio dei Ministri il 12 gennaio 2021, la parola passa ai professionisti tecnici. Rappresentati dalla delegazione della Rete Professioni Tecniche, composta dal coordinatore Armando Zambrano, dal referente del gruppo di lavoro Gianni Massa insieme agli altri componenti Stefano Colantoni e Mauro Bocciarelli, gli esponenti sono stati ascoltati oggi in audizione presso le commissioni riunite Trasporti e Attività produttive della Camera dei Deputati



“Una semplificazione normativa, una sburocratizzazione, una accelerazione delle procedure sono gli aspetti centrali e, al tempo stesso, il presupposto necessario per la riuscita di una riforma della Pubblica amministrazione alla base del Recovery Plan”. È stata questa la linea dei professionisti tecnici che hanno sottolineato come possa essere determinante il loro contributo, previsto dal Jobs Act del lavoro autonomo, attuabile con l’applicazione del principio della sussidiarietà alla Pubblica Amministrazione. 

Nell’ambito dell’incontro, inoltre, la delegazione RPT:
  • ha annunciato una proposta di digital bonus, basata sulla considerazione che ormai riveste per gli italiani la cosiddetta ‘casa intelligente’; 
  • ha avanzato una proposta di partenariato pubblico-privato che applica le nuove tecnologie al monitoraggio della rete di distribuzione delle reti idriche e per la gestione dei rifiuti;
  • ha prospettato una nuova riflessione sulle modalità di affidamento contemplate dal Codice Appalti, rendendole obbligatorie e non più opzionali: ciò consentirebbe di agire con maggiore velocità e di alleggerire i contenziosi.

QUI l’audizione alla Camera dei Deputati
QUI il comunicato stampa RPT