Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
Le attività nei cantieri durante l’emergenza sanitaria COVID - 19
Con un’informativa volta a chiarire la ricaduta dei provvedimenti governativi sull’attività dei cantieri, il Presidente del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati Maurizio Savoncelli si è rivolto ai suoi iscritti


Nella comunicazione viene fatto riferimento alla lettera (QUI il testo) che – congiuntamente alla Rete Professioni Tecniche – è stata inviata al Premier Giuseppe Conte, al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli e al capo della Protezione Civile Angelo Borrelli.


In sostanza, con l’adozione del DPCM dell’11 marzo 2020 viene rilevato dalla Rete Professioni Tecniche che l’incarico del Direttore dei lavori, del Responsabile dei lavori e del Coordinatore per la sicurezza può essere sì svolto da remoto solo in parte. Il documento, però, non esclude la realizzazione di un’opera - precisa una nota stampa RPT (QUI il testo) - bensì limita ciò che è assimilabile a quanto “in un reparto aziendale non è indispensabile alla produzione. Tutte le altre attività di cantiere, dunque, possono andar avanti e – aggiunge la nota - e, più in particolare, prosegue l’operatività che ha attinenza a specifiche situazioni di urgenza o di gestione dell’emergenza, come le infrastrutture strategiche, le opere legate alla ricostruzione post sisma”.
                                 
Non sussistendo obblighi generalizzati circa la sospensione delle attività di cantiere, il parere della Rete Professione Tecniche è di condividere pertanto con tutti gli attori del processo la possibilità di una interruzione per il periodo di cogenza del DPCM dell’11 marzo 2020. A tale proposito, il Responsabile dei lavori e il Coordinatore per la sicurezza sono le figure più idonee relativamente alla predisposizione, prescrizione e controllo di procedure atte all’avviamento di forme di contenimento del contagio in cantiere.