Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
Nasce “ProfessionItaliane”
Si è costituita a Roma “ProfessionItaliane”, l’associazione che unisce formalmente il Comitato Unitario delle Professioni e la Rete Professionisti Tecniche, con lo scopo di rappresentare oggi ufficialmente le istanze dei professionisti italiani, conseguendo al tempo stesso una più ampia partecipazione al dibattito pubblico del nostro Paese da parte degli Ordini, dei Collegi e delle Federazioni che compongono le due sigle 




Il buongiorno si vede dal mattino e la proverbiale affermazione trova conferma nell’esito fattivo delle prime ‘prove tecniche’ di questo sodalizio. Al termine della mobilitazione di CUP e RPT che si tenne al Teatro Brancaccio di Roma, l’equo compenso divenne legge e per i professionisti italiani la data fu memorabile: era il 30 novembre 2017. Ebbe avvio un nuovo modo di fare rappresentanza, le due sigle colsero il valore dell'alleanza e, a conclusione dello storico risultato, lanciarono "Professionisti per l'Italia", un protocollo che iniziò a segnare un cammino congiunto (QUI la news). 

Nel 2021 la svolta e ora, alla scelta del Comitato Unitario delle Professioni e della Rete Professioni Tecniche, vivamente sostenuta dai Consigli nazionali degli Ordini, dei Collegi e delle Federazioni aderenti, seguirà un programma di iniziative di rilievo nazionale e internazionale volto a consolidare l’importante ruolo che i professionisti italiani svolgono nella vita economica e sociale del Paese. Un impegno che contribuisce quotidianamente al progresso e alla crescita sostenibile della nazione con le conoscenze scientifiche, tecniche, sanitarie, giuridiche ed economiche dei singoli appartenenti. Un assunto che trova riscontro nella funzione sociale e sussidiaria di un comparto che contribuisce alla produzione del 12% del Pil. 

"Alla luce dell'attuale e delicata situazione politica - spiegano Marina Calderone presidente CUP e Armando Zambrano coordinatore RPT - la firma di questo statuto è un atto importante e non solo simbolico per rivendicare la funzione economica, sociale e sussidiaria dei professionisti iscritti agli Ordini e ai Collegi. Mettiamo a disposizione le nostre competenze per la ripresa del Paese duramente colpito dalla crisi sanitaria ed economica". 

"Dopo quasi un anno di emergenza - aggiungono - in cui sono state disattese le nostre richieste di essere parte attiva nella definizione delle misure per contrastare l’emergenza e di poter accedere a tutti gli strumenti di tutela del lavoro e della salute, con questa associazione vogliamo rappresentare con forza e in maniera unitaria il contributo che è in grado di dare chi conosce bene il tessuto produttivo, le sue difficoltà e ha gli strumenti per favorire le semplificazioni necessarie. In vista delle prossime consultazioni con le parti sociali - concludono - siamo a disposizione del presidente Mario Draghi, al quale fin da ora auguriamo buon lavoro". 

Per il CUP lo statuto è stato firmato da Marina Calderone e da Armando Zambrano per RPT. Armando Zambrano ha assunto la carica di presidente di “ProfessionItaliane” e Marina Calderone di vice presidente. Fra gli altri esponenti nazionali, per il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati all’incontro ha preso parte anche il presidente Maurizio Savoncelli.

QUI l’articolo di Il Sole 24 Ore
QUI l’articolo di Italia Oggi