Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
On line le statistiche catastali dell’Agenzia delle Entrate del 2018: decisivo il contributo dei Geometri

Come ogni anno è stato reso noto il quadro del patrimonio immobiliare italiano da parte dell’Agenzia delle Entrate. Un lavoro puntuale sull’aggiornamento delle statistiche catastali accolto con soddisfazione dalla Categoria che, congiuntamente alle altre professioni tecniche, da sempre mette a disposizione il proprio contributo specialistico e da tempo sollecita una riforma del Catasto

 

La pubblicazione annuale curata dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia, in collaborazione con la Direzione centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare, scatta una fotografia dell’esistente e si avvale della banca dati realizzata grazie al supporto del mondo delle professioni, in particolare dei Geometri.

 

Dallo studio, disponibile anche on line, emerge che il numero di unità immobiliari è in costante aumento (nel 2018 lo stock è aumentato dello 0,6%, con circa 400mila unità in più rispetto al 2017) con un numero pari a 75,5 milioni e una rendita attribuita pari a 37,4 miliardi di euro. La maggior parte delle unità, oltre 60milioni, è di proprietà delle persone fisiche.

 

Un lavoro di sintesi che è stato accolto con soddisfazione dal Presidente del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati Maurizio Savoncelli, che ha voluto sottolineare come si tratti di un “risultato raggiunto con l’apporto del lavoro quotidiano da parte delle professioni tecniche e, in particolare, della Categoria dei Geometri che, giorno dopo giorno, lavorano per mettere a disposizione il loro contributo specialistico al completamento della banca dati”.

 

La conoscenza del patrimonio immobiliare, così come la possibilità di un suo continuo e costante aggiornamento diventa essenziale per programmare interventi legislativi finalizzati ad una imposizione fiscale equa. Si tratta di uno degli aspetti dirimente che il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli ha avuto modo di sottolineare, nella qualità di Consigliere RPT, anche in occasione della recente audizione alla Camera dei Deputati sulla istituzione della nuova IMU (QUI la news).

 

“Il contenuto delle statistiche pubblicate dall'Agenzia delle Entrate – ha spiegato ancora il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli - attesta l'esigenza di occuparsi di una riforma del Catasto, superando il vetusto riferimento ai vani e arricchendo di informazioni la visura, rendendola sempre più simile a una vera e propria certificazione delle caratteristiche dell'immobile e non relativa unicamente ai dati censuari quantitativi, bensì alle complessive informazioni quali-quantitative”. La nostra proposta è stata elaborata da tempo – ha inoltre ricordato - e aspetta solo di essere esaminata e condivisa, con gli emendamenti e i contributi da parte di tutti gli stakeholder”.

 

QUI il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate

 

QUI per consultare le statistiche catastali e le tabelle di dettaglio suddivise per categoria e provincia