Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok
Umbria a lavoro per istituire la laurea del geometra

I Collegi dei Geometri e Geometri Laureati di Perugia e Terni hanno creato una specifica commissione per la definizione del corso di laurea. Già avviati i contatti con l’Università degli Studi di Perugia e per sviluppare apposite convenzioni e percorsi formativi


I Collegi provinciali dei Geometri e Geometri Laureati di Perugia e Terni si sono messi al lavoro per promuovere la riforma del percorso di accesso alla professione di geometra. Lo scorso 2 maggio i due Consigli direttivi dei professionisti umbri si sono riuniti istituendo un’apposita commissione regionale che si dovrà occupare della materia.

“Abbiamo già avviato i contatti con l’Università degli Studi di Perugia e con il Rettore Franco Moriconi per sviluppare apposite convenzioni e percorsi formativi” ha annunciato il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Terni Alberto Diomedi secondo cui “gli stessi pareri europei prevedono che, anche per le professioni intellettuali tecniche, debba essere obbligatorio il diploma di laurea”.

“Non è solo una questione di normativa – ha sottolineato il vicepresidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Perugia Alviero Palombi – “La società si è evoluta tantissimo e anche noi professionisti, viste le sempre più numerose attività in cui siamo impegnati quotidianamente, dobbiamo dare risposte al passo con i tempi. A quasi novant’anni dalla prima regolamentazione della professione del geometra, crediamo che sia assolutamente giunta l’ora di una svolta, così che i giovani possano inserirsi nel mondo del lavoro con una cultura più ampia e adeguata alle necessità del mercato, e quindi con più facilità”.
“Intanto ci stiamo muovendo sul nostro territorio di competenza “– ha aggiunto Palombi –  “poiché il ministero ha previsto che siano gli ordini professionali, in collaborazione con gli atenei, a sviluppare questi nuovi percorsi formativi sperimentali, naturale proseguimento degli studi avviati negli istituti Cat (Costruzioni, ambiente e territorio). L’auspicio e l’invito che facciamo è che questi modelli sperimentali siano realizzati in maniera uniforme e contemporanea in tutto il territorio nazionale così che il geometra laureato abbia le stesse competenze in Umbria e in ogni altra regione d’Italia”.

Il lavoro dei Collegi umbri si svolge in attesa dell’approvazione del disegno di legge AS 57 ‘Disciplina della professione di geometra e norme per l’adeguamento delle disposizioni concernenti le relative competenze professionali’, avanzato dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati e presentato dalla Senatrice Simona Flavia Malpezzi che prevede l’istitutuzione di una laurea triennale per poter accedere alla professione, in grado di far acquisire le competenze per l’esercizio della libera professione e la padronanza dei metodi scientifici generali. Corso di laurea che sarà, per questo, abilitante. Il tirocinio sarà svolto direttamente all’interno del corso di laurea e dovrà avere una durata almeno semestrale. Denominazione, classe di appartenenza, obiettivi formativi e ordinamento didattico del nuovo corso di laurea saranno definiti con decreto ministeriale ad hoc entro tre mesi dall’approvazione della legge.


QUI la news sul Blog di Georientiamoci