Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta l'accettazione di tali cookies. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa Privacy

Ok
A firma di 5 geometri italiani l'articolo "top" di FIG

La relazione presentata dai geometri Cromwell Manaloto, Daniele Brancato, Alessandro Dalmasso, Luca Dal Buono e Angelo Crescenzi sul progetto della Banca del Dato Immobiliare (BDI) è stato selezionata dalla Federazione Internazionale Geometri (FIG) come articolo “top” del mese di Dicembre 2016 


I protagonisti sono Cromwell Manalotto (Collegio di Ascoli Piceno), Daniele Brancato (Collegio di Ragusa), Alessandro Dalmasso (Collegio di Torino), Luca Dal Buono (Collegio di Bologna) e Angelo Crescenzi (Collegio di Ascoli Piceno). Insieme hanno lavorato a lungo su una speciale iniziativa promossa dal Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ascoli Piceno dedicata alla Banca del Dato Immobiliare (BDI), il primo progetto in Italia che offre agli addetti ai lavori del settore immobiliare (imprese, professionisti, organi giurisdizionali) la possibilità di ottenere dati georeferenziati e filtrati, ottimizzando le scelte degli interessati, garantendo loro maggiore cognizione, insieme a una grande rapidità operativa. La ricerca condotta è stata pubblicata con il titolo “Project BDI: the Socioeconomic Impact of Comparable Property Analysis through GIS”, includendo nell'opera l’inserimento dei dati e il loro successivo plottaggio su una mappa digitale in piattaforma GIS, accompagnato da uno studio sull’impatto socio-economico del progetto. Cromwell Manalotto, Daniele Brancato, Alessandro Dalmasso, Luca Dal Buono e Angelo Crescenzi hanno illustrato l’operato svolto, ricevendo l’encomio della platea del meeting annuale FIG, che si è svolto a Iasi, in Romania, dal 3 al 6 novembre 2016. Un apprezzamento che, a loro volta, hanno dedicato al Presidente del Collegio dei Geometri di Ascoli Piceno Leo Crocetti per il sostegno professionale ricevuto.
 
Non da meno il tributo riconosciuto dalla stessa FIG, che ha dapprima pubblicato la relazione sul sito istituzionale, successivamente ha inserito l’argomento nella newsletter mensile di Dicembre e, infine, con la designazione del testo quale articolo del mese, ne ha sottolineato il valore professionale: in ordine temporale, uno degli ultimi apprezzamenti che la categoria dei Geometri Italiani sta ricevendo in diversi ambiti, sia nazionali, sia internazionali.
 
Non meno di qualche mese fa, infatti, proprio alcuni degli stessi autori del lavoro sulla Banca del Dato Immobiliare, erano stati già interpreti di un altro impegno professionale, in qualità di componenti di un gruppo di lavoro che si è recato in Nuova Zelanda, guidato dal Consigliere nazionale CNGeGL Enrico Rispoli, per l’incontro internazionale FIG sul tema “Recovery from disaster”. In quella occasione il tema affrontato era stato la ricostruzione in seguito a catastrofi naturali e terremoti. Il luogo scelto per lo svolgimento dell’iniziativa è stata la città di Christchurch, distrutta pochi anni prima da un violento terremoto e divenuta esempio positivo di velocità ed efficienza nella gestione delle fasi di ricostruzione. La partecipazione dei nostri geometri ha permesso al pubblico - esperti intervenuti da ogni parte del mondo - la condivisione della modalità tecnica adottata nella ricostruzione de L’Aquila e delle competenze italiane che furono allora espresse, considerate un’eccellenza per l’approccio innovativo (QUI la news).